Chi furono Gaio Mario e Silla? Gaio Mario fu un generale e politico romano, eletto console per sette volte. Silla fu un generale e dittatore romano che stabilì una dittatura reazionaria a Roma.
Di cosa trattò la guerra contro Giugurta? Fu un conflitto tra la Repubblica romana e il Regno di Numidia, guidato da Giugurta. La guerra fu scatenata dalla resistenza di Giugurta all'espansione romana in Africa del Nord.
Chi fu Quinto Cecilio Metello? Un generale e politico romano che giocò un ruolo cruciale nella guerra contro Giugurta. Fu eletto console nel 109 a.C. e gli fu assegnato il comando contro Giugurta.
Che ruolo avevano i commercianti romani e italici nel 111 a.C.? Nel 111 a.C., molti commercianti romani e italici furono uccisi a Cirta, in Numidia, dando a Roma un casus belli per dichiarare guerra a Giugurta.
Qual era la situazione della distribuzione delle terre nel circa 100 a.C.? Nel 100 a.C., vi era un crescente malcontento tra i poveri di Roma a causa della concentrazione delle terre nelle mani di pochi ricchi proprietari terrieri. Questo portò a riforme agrarie proposte da tribuni come i Gracchi.
Qual era la richiesta di cittadinanza agli italici? Gli italici, alleati di Roma ma non cittadini, desideravano la cittadinanza romana per godere dei suoi benefici. Questa richiesta fu una delle cause delle Guerre Sociali tra Roma e i suoi alleati italici.
Che cos'è un "homo novus" nella Repubblica romana? Un "homo novus" era un termine usato per descrivere un uomo che era il primo della sua famiglia a servire nel Senato romano. Gaio Mario è un esempio di "homo novus".
In che modo Mario intervenne nella politica e nell'esercito romano? Gaio Mario attuò riforme nell'esercito romano, permettendo ai proletari di arruolarsi, e creando un esercito professionale. Inoltre, fece appello direttamente al popolo per il sostegno, aggirando spesso il Senato.
Come fu riformato l'esercito romano in quegli anni? Gaio Mario attuò riforme per creare un esercito professionale, arruolando proletari e fornendo loro attrezzature a spese dello Stato.
Qual era il sistema di reclutamento dell'esercito romano dopo le riforme? L'esercito romano iniziò a reclutare volontari, spesso proletari, che servivano per un periodo di tempo fisso in cambio di una paga e della promessa di terre al termine del servizio.
Chi erano i proletari nella società romana? I proletari erano cittadini romani privi di proprietà terriere e, prima delle riforme di Mario, non potevano servire nell'esercito.
Qual era l'insegna delle legioni romane? L'insegna delle legioni romane era l'aquila (aquila). Era un simbolo sacro per la legione e veniva portata dal portainsegne (aquilifer).
Perché si dice che scomparve l'"esercito di Stato"? Dopo le riforme di Mario, l'esercito romano divenne più professionale e dipendente dai generali che lo finanziavano e offrivano ricompense, piuttosto che dallo Stato romano stesso.
Chi erano i Teutonici e i Cimbri? I Teutonici e i Cimbri erano tribù germaniche che migrarono nell'Europa meridionale e minacciarono la Repubblica romana.
Di cosa trattò la guerra contro i Cimbri? Fu una serie di battaglie tra Roma e le tribù germaniche dei Cimbri e dei Teutoni. Gaio Mario giocò un ruolo chiave nel fermare e sconfiggere queste tribù in battaglie come Aquae Sextiae e Vercellae.
Cos'è una coorte nell'esercito romano? Una coorte era un'unità militare dell'esercito romano, composta da circa 480 soldati. Una legione romana era formata da dieci coorti.
Chi furono Saturnino e Glaucia? Saturnino e Glaucia furono alleati politici di Gaio Mario e noti per le loro radicali riforme populiste e la violenza politica a Roma.